La tradizione vitininicola italiana: i vini toscani

La tradizione vitininicola italiana: i vini toscani

La Toscana è indubbiamente una delle più importanti regioni vitivinicole italiane grazie alle sue celebri etichette di fama internazionale. Un vero e proprio gioiello dell’enologia mondiale, con una straordinaria varietà di vini toscani dalle differenti caratteristiche e una storia millenaria che si perde nei secoli. Tra i vini toscani a base di trebbiano toscano merita una menzione speciale il Vin Santo nella cui produzione è utilizzata anche la malvasia. Le uve vengono fatte appassire, pigiate e poi messe in caratelli insieme a una porzione di Vin Santo vecchio.

Terminata la maturazione, anche di anni, si aprono i caratelli e il vino prodotto può variare dall’amabile al dolce. Di particolare pregio è il Vin Santo Occhio di Pernice, che prevede anche l’utilizzo di uve a bacca rossa come malvasia nera e sangiovese. I vini toscani Chianti e Chianti Classico si diversificano tra loro per la base ampelografica e le caratteristiche organolettiche, ma solo nel 1997 sono stati distinti con due diverse denominazioni di origine controllata e garantita.

La viticoltura Toscana è praticata per lo più in zone collinari, nelle quali la vite trova il suo ambiente di elezione, permettendo di ottenere vini toscani di elevata qualità sia bianchi che rossi, sia di grande struttura che di più facile beva. I sistemi di allevamento più diffusi sono l’archetto toscano, il guyot con cordone speronato, il guyot multiplo, il capovolto e il cordone orizzontale.

La storia comunque li riguarda entrambi per cui, utilizzando in tal senso il nome, si può dire che si tratta di un vino molto antico anche se il processo di identificazione del nome geografico con quello del vino iniziò nel Medioevo. In quel periodo comunque si soleva indicare con il nome Chianti un certo “Vin Vermiglio” e un “Vin di Firenze” e non il Vino Chianti come nell’accezione moderna del termine, la quale cominciò ad imporsi solo nel Seicento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *