Per i fisioterapisti che operano nel settore sanitario pubblico o privato, può essere interessante specializzarsi anche nell’ambito della osteopatia, terapia alternativa che si occupa della manipolazione di parti particolari della struttura muscolo-scheletrica. L’osteopatia, dal greco ostéon (osso) e pathos (sofferenza) è stata inserita dall’OMS tra le terapie specialistiche complementari a quelle tradizionali ed è molto richiesta, soprattutto da chi svolge lavori sedentari poiché il mancato movimento e la posizione statica che viene tenuta per lunghe ore, magari anche assumendo una postura errata, si ripercuotono sulla struttura muscolo-scheletrica di schiena e collo. La terapia osteopatica è un toccasana per chi vi si sottopone, in quanto haLeggi altro →